Tag

, , , , , , ,

La via sulla quale guarda la casa dei miei genitori è un sottile confine nero di asfalto che divide idealmente i ricchi dai diversamente tali. Sulla sponda dove dorme la mia vecchia casa ci sono i cortili, le casette in sasso con i tetti masticati dal tempo, gli appartamenti affollati, i camini incipriati di nero; mentre dall’altra parte, affacciate sulla valle e sulle Alpi, risplendono le ville, i giardini immensi, le decorazioni liberty, la decadenza che fiorisce dall’abbondanza.

Una di queste ville è stata costruita durante il boom economico su di un terreno venduto dalla mia famiglia. Il proprietario fece edificare una casa molto grande (ma poco elegante) con un giardino in stile italiano. Al suo interno, oltre le piante, le colonne e gli archi, vi era un soprannumero di statue.

Il proprietario si suicidò intorno agli anni ’80.

Quello che seguì fu un lento declino. Il graduale e corrosivo lascito della morte. Un seme nero, che con la complicità del tempo ramificò le sue radici nella superficie per farne nutrimento per la tomba.
L’incuria è il giardiniere della polvere.

Molti anni dopo, quando la villa fu venduta e ristrutturata, delle statue non restavano che denti cariati. Qualcuno pensò bene di farle a pezzi e usarne i volti come elementi decorativi della casa. Un abbellimento, diciamo. Anche se l’effetto è piuttosto sinistro. Come di persone fuse nell’abitazione. Spettri intrappolati nel cemento.

La statua, o meglio, le statue, che più ricordo di quando ero bambino, sono loro. Due sorelle in terracotta. Avevano gli occhi chiusi e si tenevano per mano. Erano posizionate sotto una pianta dai rami cascanti, che le accarezzava al primo vociare del vento.
Ora non possono più tenersi per mano, ma dopo trent’anni sono ancora lì che stanno sognando.
Oramai è una cosa che fanno in pochi, sognare. Una pertinenza di alcuni bambini e delle statue.

Il mondo fa così:
promette sogni,
somministra sonno.

L.

————————————————————————————————-

Per leggere il mio libro Mendicanti d’Autunno, una raccolta di racconti Weird, horror, fantasy, in stile “Racconti della Cripta” e “Ai confini della realtà”, su Amazon:

Libro cartaceo dei Mendicanti

Versione ebook per kindle

Per leggere un paio di racconti:

É andata via l’estate

Non è amore

Se volete leggere qualche recensione dei Mendicanti su internet, le trovate qui:
Twinsbookslovers
Goodreads
La Kate dei libri
Liberamente

Annunci