Tag

, , , , , , , , , , , , , , ,

Sono le notti insonni quelle amo. E’ il buio che precipita sulla mia incoscienza, sulla mia non-coscienza, costringendomi a vegliare su cadaveri di sogni morti.
Sono lì, incastrati agli angoli degli occhi come ratti in una trappola, che si agitano sotto il peso delle pareti sgretolate della notte, agonizzanti, e mentre penso di doverli seppellire uno ad uno con i rintocchi dell’aurora, ecco che sento bussare lei, La Bestia, l’ultimo libro di Vera Q.
Impossibile incorniciarla in un genere preciso, le etichette le vanno strette come bare.

Ineluttabili. Le sue trame incedono come sposi neri, arpionati da un destino meccanico che riavvolge le sue corde verso un mare prefico e desolante. Da un lato Enrichetta, dall’altro K. e il futuro delle cose. Due protagonisti che danzano assieme una ballata funebre a mondi di distanza, legati e divisi dai tentacoli del fato.
E se la scrittura di Vera Q. equivale alle pennellate di un artista, la sua ironia e le sue storie spingono sul foglio per elevarsi come chiodi appuntiti verso la nostra mente e le sue placide certezze.
La sua penna affonda come il badile di un becchino nella terra umida delle nostre insicurezze, portando alla luce la miseria dell’Uomo, la meschinità che irrora la nostra carne di sangue e vita. La Bestia di Vera Q. è anche l’Umanità, perfetta creatura egocentrica che riconosce nei propri appetiti l’unico confine delle sue devastanti ambizioni.
Si può morire dentro e si può morire fuori, ma è sempre morte. E anche guerra, e fame e malattia, che prima ancora di seminare il contagio costruisce il muro che rende soli, che trasforma in un bozzolo di sguardi alieni da persone a cose.
Lo ribadisco, quello con Vera Q. è un patto come quello con il fuoco, lo si accarezza solo se si è disposti ad essere bruciati.
Leggete la Bestia, e fatela entrare.
L.

Per acquistare il libro (ebook) su amazon: La bestia

Annunci