Tag

, , , , , ,

Cielo nero e lampi incessanti.
Click a vuoto sull’interruttore della luce: il mio mondo è al buio, è saltato il salvavita.
Niente paura, il mio indice sa dove pigiare.
Ripristinato il blackout, mi dirigo al portatile, quello da battaglia, quello tenuto insieme dalla bontà divina.
I soliti 10 minuti di schermo nero e pufff… sono connessa con l’universo.
Apro hotmail.
Certificato non riconosciuto.
Uno schiaffo violento in viso.
Provo con facebook.
Certificato non riconosciuto.
Altro ceffone, secco.
Tento la fortuna su amazon.
Certificato non riconosciuto.
Pugno diretto nello stomaco.
E via, smanetta, schiaccia tasti, cerca fantomatiche soluzioni online, spegni, disconnetti, riavvia, cambia impostazioni, resetta, riconfigura.
Certificato non riconosciuto, certificato non riconosciuto, certificato non riconosciuto, un mantra diabolico.
La bigia consapevolezza della fine. La rete, ciò che ci tiene uniti, si sta disgregando. I Maya avevano ragione.
Tempeste magnetiche, inversione dei poli, spostamento dell’asse terrestre… ci siamo, tra cinque giorni i morti cammineranno sulla Terra, un cataclisma c’inghiottirà e gli alieni ingrasseranno con i nostri resti.
Panico.
Cazzo! Avevo già pensato al menù di Capodanno!
Poi, per caso, mi casca l’occhio sul monitor focalizzando la data: 10 agosto 2008.

Fanculo, a monte!

Vera Q.

Per acquistare il mio libro (ebook) su amazon: Io sono morto

Per acquistare il mio libro (ebook) su amazon: 2017 A.D.

Per acquistare il mio libro (ebook) su amazon: La scatola di cioccolatini di Silvia… (e di altre crudeltà)

Annunci