Tag

, , , , ,

Più di ogni altra cosa, il silenzio.

Quando l’ultima pagina barcolla sulle dita lasciando il vuoto di un romanzo appena letto, vissuto, consumato e poi spento come un falò che si stempera sulle prime avvisaglie del giorno, quello che più mi colpisce è il silenzio che segue. Un attimo di intensa malinconia per le cose finite. E’come guardare un oggetto caro scivolare sul fondo dell’oceano, sempre più lontano, sempre più distante.

Ancora più intenso dell’attesa di scoprire le trame, di snudare il destino dei personaggi, dell’affanno della corsa verso il finale, delle parole che rimbombano nella mente come tuoni febbrili e atavici. Più di tutto questo, il silenzio, lo stesso silenzio che esplode quando chiamiamo il nome di qualcuno che amiamo, e che non c’è più.

L’autunno è alle porte.

L.

Compra il mio libro Mendicanti d’Autunno su dbooks.it

Compra il mio libro Mendicanti d’Autunno su amazon.it

Annunci