Tag

, , , ,

 Come gli uccelli spicco il volo.
Osservo dall’alto le forme quotidiane con distaccata distanza, in uno sfocato tourbillon di nubi.
Spigoli, asperità ed anfratti perdono definizione per lasciare spazio all’azzurro regale.
L’aria ed io ad amoreggiare con evanescente trasporto, quasi impalpabile, com’è impalpabile la brezza.
Lieve e mutevole, immersa in me stessa, respiro il mondo che sottometto con la mia ombra.
Scorgo, distratta, rarefatte figure lontane che nuotano con me nell’Essenza, concentrate ad indicarmi, con goffe manovre, la strada per una dura ricaduta nello sparuto ordinario.
Prendo fiato e chiudo gli occhi.
Frattanto, come sinuose serpi, i miei capelli danzano sospinti dal vento.
Indomabili, disegnano tribali contorti alimentando le loro voci dabbasso.
Uomini e donne, incapaci di contemplare l’Infinito e consci che qualsiasi saggio marinaio non affronterebbe questo mare, tentano di fermarmi urlando e sbraitando, per interrompere la mia catarsi.
Come gli uccelli spicco il volo.
Osservo dall’alto le forme quotidiane con distaccata distanza, in uno sfocato tourbillon di nubi.
E come gli uccelli ricerco una sosta per ritemprarmi dalle fatiche della migrazione.
Un ramo, un filo della luce, un nido.
Io ho scelto Milano.
Più precisamente, ho concluso la discesa sul marciapiede sottostante l’ufficio dove oggi ho perso il posto di lavoro. 

Vera Q.

Per acquistare il mio libro (ebook) su amazon: L’Altro

Per acquistare il mio libro (ebook) su amazon: Io sono morto

Per acquistare il mio libro (ebook) su amazon: 2017 A.D.

Per acquistare il mio libro (ebook) su amazon: La scatola di cioccolatini di Silvia… (e di altre crudeltà)

Annunci