« E’ ancora lui che ti ha scritto? »

Estrella abbassò lo sguardo, timidamente rimise il telefono dentro la borsa.
« Anche se fosse? » rispose con una punta di rabbia. Non le piaceva essere giudicata da lui, dalla persona che più odiava al mondo.

« Così, era per dire. Sei sempre dietro a quel telefono, a fabbricare messaggi con quei tuoi ditini operosi. Ci sta provando per caso? »

« Non saprei, non mi sembra il tipo. E’ solo gentile con me. A volte non lo capisco perché è pieno di contraddizioni. Mi dice che cerca la felicità, e poi confessa di avere il cuore pieno di ombre. Non riesco a capirlo.»

«Quali ombre? » le domandò « Secondo me ha i formaggi nel cuore. E in particolare il provolone. »
Estrella si voltò di scatto, cercando con lo sguardo il formicolare di teste che passeggiava lungo la strada. « Una volta mi ha detto che gli uomini rispondono solo all’istinto della fame e del sesso e che quindi mi devo relazionare con voi in tal senso »

«Allora stai attenta » le disse Lui « perché se non ci sta provando, significa che vuole mangiarti.»

L.

Compra il mio libro Mendicanti d’Autunno su dbooks.it

Compra il mio libro Mendicanti d’Autunno su amazon.it

Annunci