Tag

Vivere sulla frontiera significa molte cose, una di queste è accettare regole diverse, regole antiche: la vecchia regola.
Per quanto la modernità possa essere arrivata fin qui, sull’ultimo confine del mondo, gli antichi codici pulsano sotto la terra ghiacciata e i boschi ostili come sangue caldo, come una madre inflessibile, come l’unica stella polare di un cielo altrimenti nero e senza speranza. Che scelta abbiamo di accettare le nuove leggi, se quelle antiche sono annodate come viticci di ferro e acciaio attorno alla nostra anima?

Anche la politica è diversa, anche l’elezione del sindaco è differente:

Secondo la vecchia regola,
Fin dai tempi dei sindaci di fuoco e quelli d’osso, tutti i pretendenti allo scranno comunale entravano nella sala dei consigli. Al centro della sala vi era una grossa ascia, l’ascia del giudizio. Uno solo usciva dalla sala del consiglio, uno soltanto, e quello era il sindaco. Così è stato, e così ancora sarà.

Annunci