Abarat

L’ho trovato infantile. A volte poco curato. Incorniciato da una scrittura troppo leggera e scanzonata, per lo più. Poi sono arrivate le malinconie dei personaggi negativi, le profondità umide di Christopher Carrion, gli uomini dentro i mostri, anime fragili, e allora ho cambiato idea. Bisogna farlo, ogni volta che si trova una sottile traccia di luna non si può restare indifferenti.

Annunci