Gente che conosco. A. 35 anni.

 

Tutt’intorno c’erano cani randagi, che si contendevano nella polvere vecchie carcasse di corvi in un bestiale tiro alla fune, muso contro muso. Dall’alto della collina, un vecchio ha alzato la mano con cenno di saluto. Flemmatico come una sposa che va all’altare, è ridisceso verso la cancellata, oramai divorata dalla ruggine. Era in vestaglia, sotto indossava una tuta come pigiama, con due ciabatte di Bugs Bunny. Stringeva in mano un grosso bicchiere colmo di vino scadente. Ha guardato nella mia direzione e ha detto:  Solo i ragazzi del ‘76 sanno cos’è la baldoria. Poi ha bevuto una lunga sorsata ed ha riso. Nel disordine della barba bianca ed incolta, luccicavano striature violacee. Vuoi fare un giro? Ha aggiunto, allungando il bicchiere verso di me.

Annunci