L’alba, che a sentirne parlare nei film è una cosa che ti buca l’anima, e invece è solo una fabbrica di stanchezze e sbadigli.
La purezza, che se è nell’acqua va anche bene, ma nelle persone è una fonte insipida e poco attraente.
Spesso evochiamo cose che crediamo importanti, fondamentali, indispensabili vessilli da usare come alibi alle nostre battaglie, ma che nella realtà dei fatti, sopravvalutiamo, soprattutto a noi stessi.
Quello che secondo me è il più grosso peccato di sopravvalutazione, si chiama verità.
Oltre ad essere una parola che ci torna utile durante le liti, comoda da usare come un martello contro il nostro avversario “dovevi dirmi la verità, ora è tardi, per me la verità è la cosa più importante, vuoi sapere la verità?, In verità tu sei/io ti/mi fai/ ecc” è anche un ottimo indice del livello di ipocrisia.
Quante volte sentiamo dire che la verità è importante, che è fondamentale, che è il brodo primordiale dal quale partorisce ogni rapporto? Siamo disposti a buttare al macello una compagna, un compagno, un’amicizia per una mancata verità, però quando a mentire è il nostro politico del cuore, non ci poniamo problemi etici, anche quando la menzogna è smaccata, quando la presa per il culo è epocale. In quel caso, ammicchiamo, e passiamo oltre, ci basta la bugia collettiva chiamata fede politica, o più in generale: fede. E quando si parla di economia, e di responsabilità del nostro stile di vita sul resto del mondo? Anche in quel caso glissiamo con metodo inglese. E se la verità storica va a sbattere come un tir contro la religione? E tutti gli artifici che adottiamo per mascherare la nostra età? E quello che ci raccontiamo nella saletta della coscienza per giustificare la brutalità delle nostre azioni? La verità non ci interessa, non vogliamo realmente andare in fondo alle cose, non è nella nostra natura restare nudi e indifesi a specchiarci con la verità. La verità è solo una delle opzioni possibili, e nemmeno quella più gettonata, crediamo che sia importante, ma l’unica cosa di importante che ha la verità, è che basta nominarla per primi per smaltare di bianco la nostra coscienza

 

L.

Annunci